progetto di vita
dal 1998 il percorso con Voi
I NOSTRI PUNTI INFORMATIVI
La nostra sede
Viale Oriano, 20
24047 Treviglio (Bg)
Martedì - Venerdì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 305153
DH Oncologico
Ospedale di Treviglio
Lunedì - Mercoledì - Giovedì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 424739
EDIZIONI


Spazio Psicologico

Danzaterapia clinica e oncologica


Pubblico con piacere l'articolo che parla di danzaterapia, utiliizzata in ambiti diversi e più recentemente come supporto alla riabilitazione psico-fisica in ambito oncologico con ottimi risultati.

Nel corso della storia, musica e danza hanno affiancato la medicina: in Egitto, in Grecia, presso i popoli degli indiani d’America, erano usate nei rituali di guarigione. Nel mondo attuale, l’uso della musica e della danza come sostegno alla medicina moderna compare intorno al 1940. Durante la seconda guerra mondiale, negli ospedali statunitensi, la musica era utilizzata per aiutare i soldati a superare gli shock subiti. Negli stessi anni, furono notati significativi miglioramenti nei pazienti che seguivano anche corsi di danza. Da qui, presero il via studi, approfondimenti e ricerche che, in molti Paesi, approdarono al riconoscimento della danza come uno strumento valido, da affiancare alle terapie mediche tradizionali.

In tutte le lingue europee, il vocabolo “danza” deriva dalla radice tan che in sanscrito significa “tensione”. Ciascun individuo ha perciò la propria danza. “Fare” Danzaterapia Clinica non vuol dire quindi “saper” ballare, quando piuttosto esprimersi, permettere al movimento di dare una forma alla propria interiorità, per mezzo del proprio corpo. Pertanto ciascuno di noi, nel danzare, parla ed esprime se stesso attraverso il corpo. Ognuno di noi racchiude dentro di sé armonia e bellezza che, tramite la collaborazione di mente e corpo, prendono una forma che “ci corrisponde”. La creazione fatta attraverso la danza diventa creatività. Il corpo diviene una lavagna sulla quale scrivere e dalla quale leggere significati “incarnati” nel corso del tempo, e che organizzano il rapporto con la realtà. Il corpo diviene strumento di comunicazione non verbale. La danza si esprime attraverso un corpo che si muove, nel tempo e nello spazio. Corpo, anima, mente, desiderio, bisogno e piacere di danzare sono co-presenti nella danza. La danza diventa una relazione che accade nel momento presente, che interpreta il presente stesso. La danza, e la Danzaterapia Clinica.

Nello specifico dell’Oncologia, la Danzaterapia Clinica può aiutare a rispristinare l’immagine del proprio corpo che, in seguito alla malattia, potrebbe venire percepito in modo “falsato”. Dopo un intervento chirurgico, la mente “sente” in modo distorto la parte del corpo interessata dalla sofferenza. Proprio quella parte, spesso, è come dimenticata, “allontanata”, è percepita come estranea, inadatta, inabile. La Danzaterapia Clinica permette di riprendere confidenza con le parti escluse del proprio corpo, affinché non sia più considerato un puro mezzo di sofferenza, ma un’opportunità per provare sensazioni anche gradevoli. Attraverso la Danzaterapia Clinica ci si regala uno spazio e un tempo per sé, per prendersi cura del proprio mondo interiore, per dialogare con esso, per relazionarsi con l’altro e, così, provare a uscire dal proprio isolamento. La Danzaterapia Clinica aiuta a riconoscere le proprie emozioni, ad accettarle, a prendere contatto con esse, a esprimerle e a condividerle. Del resto, la letteratura scientifica testimonia di come la Danzaterapia Clinica sviluppi un’immagine positiva del proprio corpo, migliori l’autostima, riduca lo stress, l’ansia, la depressione, faccia calare il senso di isolamento, il dolore cronico, la tensione del corpo, aumenti la capacità di comunicare e favorisca un senso di benessere. Inoltre l’attività fisica aumenta la produzione di serotonina e dopamina, nonché di endorfine, neurotrasmettitori che attutiscono il dolore e l’ansia, e migliorano il tono dell’umore. Fare Danzaterapia Clini-ca è dare movimento totale e generalizzato al proprio corpo, con ricadute benefiche sulle funzioni di molti sistemi e apparati, come quello circolatorio, respiratorio, scheletrico, muscolare.

La Danzaterapia Clinica di Lyceum Academy (www.lyceum.it) racchiude in sé tutte queste caratteristiche che sono anche opportunità offerte al proprio Sé globale. La danza diventa la manifestazione dell’Essere Umano nella sua totalità di corpo e mente. Danza e movimento possono quindi diventare strumento di cambiamento e fornire alternative al proprio modo di stare nel mondo. Corpo, spazio, tempo, musica, ritmo, immagini, emozioni, ascolto, relazione, comunicazione, sono aspetti che caratterizzano sia la Danzaterapia Clinica, sia l’esistenza stessa di ogni Essere Umano. L’una attraversa l’altra. Afferma Carolyn Carlson, coreografa e danzatrice americana: “Non ci sono frontiere tra la coreografia, il fatto di danzare e quello di vivere. Il gesto è bello solo se motivato dalla verità interiore.”

Giuseppina Camagni (Danzaterapeuta Clinica in formazione)

Luisa Bonetti
Psico-Oncologa dell’Associazione
Psicologa dell’U.O. di Oncologia Medica ASST - Bg Ovest
Treviglio

reparto oncologia treviglio
S.C. di Chirurgia Oncologica - Azienda Ospedaliera Treviglio-Caravaggio
azienda ospedaliera treviglio
hospice treviglio
Nuove sinergie
Lions international
Si ringraziano
le aziende
banca di credito cooperativo - cassa rurale treviglio
colombo filippetti
LG consult
gpe ardenghi
stucchi
moreschi chiusure idustriali
fratelli frigerio

 
 

 
Associazione "Amici di Gabry" ONLUS - Via Matteotti, 125 - 24045 Fara G. d'Adda (Bg) - P.IVA/C.F. 02645050168