progetto di vita
dal 1998 il percorso con Voi
I NOSTRI PUNTI INFORMATIVI
La nostra sede
Viale Oriano, 20
24047 Treviglio (Bg)
Martedì - Venerdì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 305153
DH Oncologico
Ospedale di Treviglio
Lunedì - Mercoledì - Giovedì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 424739
EDIZIONI


Spazio Psicologico

Ridiamoci impor…Danza


Era martedì 18 settembre 2018 quando presso l’Associazione Amici di Gabry, in collaborazione con il Day Hospital dell’Ospedale di Treviglio, ha preso inizio la sperimentazione del progetto di DanzaTerapia Clinica “Ridiamoci imporDanza”, condotto da Giuseppina Camagni e destinato a pazienti con storia di esperienza oncologica.

Attraverso la Danzaterapia Clinica ci si regala uno spazio e un tempo per sé, per prendersi cura del proprio mondo interiore, per dialogare con esso, per relazionarsi con l’altro, e così, provare a uscire dal proprio isolamento. La Danzaterapia Clinica aiuta a riconoscere le proprie emozioni, ad accettarle, a prendere contatto con esse, a esprimerle e a condividerle con e attraverso il proprio corpo, con e attraverso il suo movimento. Nella Danzaterapia Clinica, ciò che è interno alla persona, con l’aiuto fondamentale della musica, è veicolato all’esterno nella forma del corpo. E se questa può essere considerata pura teoria, dopo 6 mesi da quel martedì di settembre, quelle che più adesso contano e aiutano a comprendere il senso, la forza e il potere della Danzaterapia Clinica, sono le testimonianze scritte da alcune delle attuali partecipanti al percorso.

Ecco la testimonianza di Francesca: “Grazie alla Danzaterapia Clinica ho scoperto cose nuove e interessanti su di me: sono diventata consapevole di alcuni modi di funzionare che avevo solo intuito, ma che escono in modo importante durante il percorso. Essere consapevole di queste mie caratteristiche mi rende più forte e più attiva nel cercare di risolvere i nodi venuti al pettine. Nominare, dare un nome a una paura significa sconfiggerla per metà! Durante un incontro di Danzaterapia Clinica provo diverse sensazioni: passo rapidamente da una situazione vigile a una dimensione personale e intima. E’ bello e appagante poter sentire nel corpo, e poter vivere con tutto il mio essere, quello che spesso sento solo con il pensiero. Provo sensazioni di libertà e leggerezza che mi accompagnano anche nei giorni successivi, dandomi spesso spunto per ulteriori riflessioni sul mio percorso. Ne è un esempio, per quanto mi riguarda, la lunga meditazione sul ritmo che è seguita al lavoro ritmico dell’incontro: il non-ritmo che ho percepito durante la malattia, il ritmo del mondo (da cui ero uscita nei momenti più difficili e in cui ho faticato a rientrare), e poi il mio ritmo personale che finalmente si impone su tutto. Ancora oggi, quando mi sento stanca, rallento e riprendo il mio ritmo con una libertà che solo la malattia (e il lavoro di rielaborazione che ne è seguito) poteva darmi! Le scelte musicali di Giusy sono sempre calibratissime: riesco sempre a immedesimarmi nello stimolo che ci propone. Mi piace molto la musica in generale, ma non credevo avesse il potere di definire così nettamente degli scenari. Durante questo percorso, mi sono accorta di essere avanzata ulteriormente nella riscoperta e costruzione di me. Mi aspetto di crescere ulteriormente, soprattutto in forza interiore e amore per me stessa! Credo che intraprendere un percorso di Danzaterapia Clinica permetta un supporto notevole alla guarigione. Dovrebbero provarla tutti: è una carta da giocare non indifferente durante un periodo difficile, per tutte le corde profonde che sa smuovere, per tutte le belle sensazioni che sa veicolare, per tutti i mondi protetti e sicuri che la musica sa creare, permettendoci di buttare fuori le scorie che abbiamo dentro, per arrivare al ben-essere”.

Ed ecco Sabrina cosa ci racconta della sua esperienza: “Quando si è toccate da un tumore al seno, ci si chiude in se stesse, si hanno tante paure e si ritiene che nessuno possa capire cosa questa malattia significhi. Il corpo e la mente che pensavi annientati per sempre, in questo percorso di Danzaterapia Clinica riprendono vita. I tanti “perché” che sentivi dentro, qui riescono a trovare alcune risposte. L’opportunità del ritrovarsi in gruppo a esprimersi attraverso la musica e il movimento fornisce quella spinta per aprirsi, per conoscere altre donne che hanno provato le tue stesse emozioni. E’ un modo per dire: “Non sono sola”. Durante l’incontro di Danzaterapia passa una vibrazione che lega il gruppo: si provano stati d’animo tanto intensi quanto spontanei. A conclusione di ogni incontro parte l’applauso: potrà forse sembrare banale, ma il sorriso che in quel momento gira sulle nostre labbra, è per me come ricevere un premio morale dopo tanta sofferenza. Sento che questo percorso mi sta dando benefici. Consiglio questa esperienza di Danzaterapia Clinica a chi, dopo una malattia come il tumore, si sente solo, si sente perso e non trova la forza di guardarsi dentro per individuare le proprie risorse interiori e le proprie potenzialità”.

Anche Clara e Donatella si sentono rappresentate nelle parole di Francesca e Sabrina. Clara aggiunge: “Nella Danzaterapia Clinica ho trovato il modo per accettarmi come sono e ho trovato un grande sostegno nelle compagne del gruppo”. E non da ultimo, Donatella afferma: “Anche il mio respiro ora è più libero. Mi sento più attiva e mi trovo in uno stato di generale benessere. La musica emoziona, stimola il movimento e libera la mente. Mi auguro proprio che questo tipo di progetto possa proseguire”. Alla luce di tali testimonianze il mio augurio, ma anche quello dei responsabili dell’Associazione “Amici di Gabry”, è che questo percorso di Danzaterapia Clinica possa continuare, al fine di dare a sempre più pazienti con esperienza oncologica l’opportunità di evolvere, attraverso il proprio corpo, verso una sempre maggiore consapevolezza di se stessi.

Luisa Bonetti
Psico-Oncologa dell’Associazione
Psicologa dell’U.O. di Oncologia Medica ASST - Bg Ovest
Treviglio

reparto oncologia treviglio
S.C. di Chirurgia Oncologica - Azienda Ospedaliera Treviglio-Caravaggio
azienda ospedaliera treviglio
hospice treviglio
Nuove sinergie
Lions international
Si ringraziano
le aziende
banca di credito cooperativo - cassa rurale treviglio
colombo filippetti
LG consult
gpe ardenghi
stucchi
moreschi chiusure idustriali
fratelli frigerio

 
 

 
Associazione "Amici di Gabry" ONLUS - Via Matteotti, 125 - 24045 Fara G. d'Adda (Bg) - P.IVA/C.F. 02645050168