progetto di vita
dal 1998 il percorso con Voi
I NOSTRI PUNTI INFORMATIVI
La nostra sede
Viale Oriano, 20
24047 Treviglio (Bg)
Martedì - Venerdì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 305153
DH Oncologico
Ospedale di Treviglio
Lunedì - Mercoledì - Giovedì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 424739
EDIZIONI


Spazio Tecnico

Sostanze naturali e farmaci: rischi e benefici

UOC Oncologia - Asst Bergamo Ovest

Le piante da sempre hanno una comprovata attività su molte malattie. Pensiamo, ad esempio, all’aspirina che è derivata dalla corteccia delsalice, all’attività antinausea dello zenzero, al ginsen come rimedio per la fatica o all’effetto benefico del the verde sulle lesioni precancerose. La ricerca scientifica da anni studia gli effetti terapeutici e antitumorali delle piante. Sappiamo così che non sempre ciò che è naturale è privo di effetti avversi (tossicità) ed è importante sapere che le sostanze naturali possono agire:
• in sinergia con altri farmaci, potenziandone gli effetti benefici;
• interferire in modo negativo con le medicine o i chemioterapici che stiamo assumendo, aumentandone gli effetti collaterali.

Questa piccola guida rappresenta un esempio, poiché i farmaci naturali sono numerosi e le interazioni molto varie. La guida ti riporta i benefici e le possibili interferenze note di alcune piante con i chemioterapici, ma anche con altre medicine che magari già si assumono per altre malattie.

Se assumi dei farmaci per la pressione, il diabete o altre malattie o se stai facendo una chemioterapia, prima di assumere qualsiasi farmaco naturale parlane con il tuo medico di fiducia ed il farmacista. Se stai già assumendo dei farmaci naturali informa sempre il tuo oncologo.

HYPERICUM (erba di S.Giovanni)
Benefici: riduce la depressione e l’ansia. Interferenze: riduce i livelli plasmatici di ciclosporina e digitale; può interferire con tutti i chemioterapici e in particolar modo con l’irinotecan, il metotrexate ed il glivec

ECHINACEA
Benefici: rafforza il sistema immunitario e combatte le influenze stagionali. Interferenze: è controindicata nelle malattie autoimmuni; interferisce con i calcio antagonisti (antipertensivi) e diversi chemioterapici quali i tassani, ciclofosfamide, anti EGFR, alcaloidi della vinca, camptotecina, epipodofillotossine

SOIA
Benefici: aiuta a combattere la stitichezza, regolarizza la glicemia e i livelli di colesterolo; ricca di vitamine e ferro. Interferenze: da usare con cautela nei casi di tumori che esprimono i recettori per gli estrogeni

GINKGO BILOBA
Benefici: antiossidante; utile negli attacchi di asma, neuropatiecausate dal diabete, nelle degenerazioni maculari della retina, emorroidi, varici e fragilità capillare. Interferenze: controindicato se si assumono anticoagulanti, fluidificanti del sangue, antiaggreganti piastrinici, inibitori del MAO, FANS o acido acetilsalicilico. Può, inoltre, interferire con numerosi chemioterapici quali: camptotecina, ciclofosfamide, anti EGFR, epipodofillotossine, tassani e alcaloidi della vinca. Sconsigliato con agenti alchilanti, antibiotici antitumorali, analoghi del platino.

VITIS VINIFERA (o vite comune)
Benefici: utile nei disturbi circolatori, emorroidi, fragilità capillare, sintomi della menopausa Interferenze: può interferire con numerosi chemioterapici quali camptotecina, ciclofosfamide, anti-EGFR, epipodofillotossine, tassani, alcaloidi della vinca, agenti alchilanti, antibiotici antitumorali ed analoghi del platino.

ALOE
Benefici: utile nelle gastriti e coliti, stimola le difese immunitarie, ha proprietà disintossicanti e antiossidanti, aiuta la guarigione di ustioni e ferite. Il gel puro si è dimostrato efficace negli eritemi e nelle mucositi da radioterapia Interferisce: le foglie hanno un effetto lassativo e quindi va utilizzato con cautela in associazione con chemioterapici che possono dare diarrea.

KAVA KAVA (o Piper Metisticum)
Benefici: stabilisce la facoltà di concentrazione, migliora l’umore, favorisce un sonno naturale, abbassa i livelli di colesterolo e migliora la tolleranza ai glucidi. Interferenze: potenzia gli effetti dell’alcool e dei sedativi. Va evitato in caso di malattie epatiche e l’assunzione di chemioterapici che possono dare tossicità epatica; può interferire con alcuni chemioterapici quali camptotecina, ciclofosfamide, anti EGFR, epipodofillotossine, tassani ed alcaloidi della vinca.

POMPELMO
Benefici: combatte l’inappetenza, rafforza il sistema immunitario, utile nella fragilità capillare, stimola l’apparato digerente. Interferenze: aumenta la concentrazione di antibatterici, antidepressivi, antifungini, antivirali, immunosoppressori. Sono segnalate gravi interazioni con farmaci antiaritmici, statine, calcio antagonisti, carbamazepina, ciclosporina, chemioterapici e numerosi altri.

SENNA
Benefici: potente lassativo, antifungino e antipirettico; è in grado di regolarizzare il transito intestinale. Interferenze: è controindicata in caso di stenosi rettale, colite ulcerosa, appendicite, Morbo di Crohn, dolori addominali. Da evitare in associazione ai chemioterapici che provocano la diarrea.

VALERIANA
Benefici: è indicata in caso di insonnia e ansia. Utile inoltre in caso di crampi e intestino irritabile. Interferisce: controindicata in caso di assunzione di barbiturici poiché potrebbe potenziarne l’effetto sedativo. Utilizzare con cautela in associazione con tamoxifene, ciclofosfamide, teniposide

LIQUIRIZIA
Benefici: ha un effetto antiossidante, aumenta la pressione, può dare beneficio in caso di aerofagia, stitichezza, digestione lenta. Interferenze: controindicata in caso di ipertensione arteriosa. Dosi elevate possono determinare aumento dei livelli di sodio, riduzione dei livelli di potassio e ritenzione idrica. Può interferire con corticosteroidi e diuretici, aumentandone l’effetto. Da assumere con cautela in corso di chemioterapia con farmaci che potrebbero causare ipertensione arteriosa

GINSENG
Benefici: riduce la stanchezza, lo stress e ha un effetto ipoglicemizzante Interferenze: controindicato se si assumono ipoglicemizzanti o insulina, nei tumori mammari o endometriali con recettori positivi per l’estrogeno; interferisce con anticoagulanti, camptotecina, ciclofosfamide, anti EGFR, epipodofillotossine, tassani ed alcaloidi della vinca.

AGLIO
Benefici: abbassa la pressione; ha proprietà antibatteriche e antiparassitarie Interferenze: anticoagulanti, immunosoppressori, dacarbazina, epirubicina e adriamicina

Mary Cabiddu
Dirigente di I° livello Oncologia Medica ASST - Bg Ovest
Treviglio

reparto oncologia treviglio
S.C. di Chirurgia Oncologica - Azienda Ospedaliera Treviglio-Caravaggio
azienda ospedaliera treviglio
hospice treviglio
Nuove sinergie
Lions international
Si ringraziano
le aziende
banca di credito cooperativo - cassa rurale treviglio
colombo filippetti
LG consult
gpe ardenghi
stucchi
moreschi chiusure idustriali
fratelli frigerio

 
 

 
Associazione "Amici di Gabry" ONLUS - Via Matteotti, 125 - 24045 Fara G. d'Adda (Bg) - P.IVA/C.F. 02645050168