progetto di vita
dal 1998 il percorso con Voi
I NOSTRI PUNTI INFORMATIVI
La nostra sede
Viale Oriano, 20
24047 Treviglio (Bg)
Martedì - Venerdì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 305153
DH Oncologico
Ospedale di Treviglio
Lunedì - Mercoledì - Giovedì
dalle ore 9,30 alle 11,30

Tel. 0363 424739
Centro di formazione
e ascolto
"Clotilde Finardi"

Via Fermo Stella, 13
24043 Caravaggio (BG)

EDIZIONI


Editoriale

Ciao Angelo

Per la prima volta da quando è uscito questo giornale l’editoriale non è firmato da Angelo. La ragione è, come tutti voi sapete, che Angelo ci ha improvvisamente ed inaspettatamente lasciato. Marco Cremonesi, comune amico da tanto tempo, mi ha chiesto un ricordo che mi è molto difficile, non tanto per mancanza di argomenti, ma perchè mi si accumulano in mente tanti episodi che ci hanno legato, che non so da dove cominciare.

L’ho conosciuto nel 1999 appena arrivato a Treviglio come primario della oncologia. È arrivato con un assegno importante dicendomi che era un contributo da parte della “Associazione Amici di Gabry” nata l’anno precedente a Fara D’Adda, per il reparto, ma abbiamo convenuto che forse sarebbe stato meglio usarlo per dotarci di una psicologa. Nel giro di qualche giorno, primi nella sanità bergamasca, abbiamo avuto la psicologa. Da allora la collaborazione è sempre continuata. È nato il giornale che state leggendo e che è diventato un punto di riferimento per la popolazione della Bassa per la prevenzione e l’educazione sanitaria soprattutto oncologica e che ci ha fatto incontrare molte persone che si sono poi unite a noi nella Associazione. Angelo è (scusate se uso il presente ma mi è difficile non farlo) un Uomo del fare, del donare. Non l’ho mai sentito voler immaginare attività che non fosse per gli altri. Oltre alla famiglia i suoi interessi erano il rafforzamento della Associazione, il supporto alle attività di oncologia a favore dei pazienti e l’aiuto a chi aveva bisogno. Innumerevoli sono le sue creazioni per unire e riunire i volontari: dai vari lavori manuali per i banchi di beneficenza al “Green Day”, grande festa popolare e occasione di stare insieme in allegria a scopo benefico. Apprezzatissima anche la trasferta coi pazienti oncologici e parenti a Fuipiano con grigliata e polenta. Occasioni di festa, di condivisione e di crescita di tutti noi. Li si intrecciano esperienze, nascono idee, si stringono amicizie si programmano nuove attività. L’oncologia soprattutto, ma anche la radioterapia e l’ospedale tutto ha un grande debito di riconoscenza per “Amici di Gabry” che da anni trasporta i malati in ospedale, si occupa di prelievi a domicilio, ha accompagnato pazienti a Brescia per mesi quando la Radioterapia non era operativa e per molte altre attività di supporto che sempre nel silenzio Angelo ha voluto con tenacia.

Ma al di là di quello che Angelo ha fatto quello che mi ha sempre colpito è il modo: non era di molte parole, forse le riteneva una perdita di tempo per lui sempre prezioso, ma sempre appropriate allo scopo da raggiungere. Era refrattario alle manifestazioni pubbliche ed agli incontri istituzionali e quando era costretto (da noi) a partecipare si manteneva in disparte sapendo che le cose importanti si facevano in altri luoghi.

Nel 2018 l’Associazione è stata premiata dalla regione Lombardia, nell’ambito della I^ edizione di “Mai soli”. Un riconoscimento importante che ha visto la partecipazione dei Direttori Generali e dell’Assessore Regionale alla Sanità, ma non di Angelo che si è volutamente defilato mandando a ritirare il premio alcuni volontari. Ogni tanto non riuscivo a trovarlo e poi scoprivo che ancora una volta era partito per il Perù e quando gli dicevamo che già faceva molte cose per gli altri qui, la sua risposta era che là il bisogno era ancora maggiore e non se la sentiva di non aiutare.

Ha lottato per la realizzazione dell’Hospice, ha ristrutturato la casa di Caravaggio per il supporto psicologico delle famiglie in lutto e per la accoglienza di pazienti oncologici e dei loro parenti, ha realizzato a Treviglio una mensa per i bisognosi e chissà quante altre cose di cui mi sto dimenticando e me ne scuso con voi. Insomma abbiamo perso un amico, un uomo di grande cultura e saggezza, un uomo di grande religiosità, capace di amare, capace di donare in maniera disinteressata, schivo, umile, determinato, animato da una grande forza interiore, sempre a disposizione per le cose importanti, amante della musica, essenziale e cosa non da poco, un uomo che non ho mai visto con la cravatta.

Voi penserete che sono cose si dicono sempre quando la morte prende il sopravvento, ebbene io non credo che per Angelo si potesse dire di meno e questo per una fondamentale ragione: quello che lui è stato deve essere un modello per noi tutti volontari della “Associazione amici di Gabry”, deve essere di stimolo a saper continuare quello che lui ha cominciato e che deve essere portato avanti con la stessa determinazione e convinzione. Per questa ragione ci troveremo a ricordarlo al prossimo Green Day il 5 giugno, per stare insieme e cantare, come al suo funerale, la sua canzone preferita.

 

Sandro Barni
Oncologo
Unità Oncologica ASST - Bg Ovest - Treviglio

reparto oncologia treviglio
S.C. di Chirurgia Oncologica - Azienda Ospedaliera Treviglio-Caravaggio
azienda ospedaliera treviglio
DiPO
hospice treviglio
Nuove sinergie
Lions international
Si ringraziano
le aziende
banca di credito cooperativo - cassa rurale treviglio
colombo filippetti
LG consult
gpe ardenghi
stucchi
moreschi chiusure idustriali
fratelli frigerio
Associazione "Amici di Gabry" ONLUS - Via Matteotti, 125 - 24045 Fara G. d'Adda (Bg) - P.IVA/C.F. 02645050168